Liveblogging, la diretta 2.0 che va oltre i post

Di Daniele Manca, vicedirettore del Corriere Della Sera

Qual è la differenza tra un liveblog e un articolo online? Il liveblog totalizza il 300% in più di click.

Non molto tempo fa, c’era chi pronosticava la morte dei blog. Non sono morti: si sono evoluti. E, sotto forma di liveblogging, ora sono un fenomeno da non sottovalutare. Lo studio della City University London’s Journalism School, basato su articoli, liveblogs e gallery di Guardian.co.uk, ne fotografa bene ampiezza e importanza: non solo i liveblogs vengono visualizzati il 300% in più dei “tradizionali” articoli online, ma attirano anche il 233% in più di visitatori. Superano pure (del 219%) i visitatori delle gallery.

Live-Blogging-Engagement

Il liveblogging, in realtà, è molto diverso da un blog tradizionale. Si tratta di uno strumento per descrivere in tempo reale un evento e viene usato per coprire l’attualità sul web – che si tratti delle Olimpiadi o delle elezioni presidenziali in Usa. Per questo funziona meglio di un articolo: perché coinvolge il lettore, perché si aggiorna continuamente con le ultime novità, perché è facile da seguire, basta restare connessi. Da non sottovalutare, infine, il fattore “testo”: come fa notare Pablo Boczkowski, professore associato di comunicazione alla Northwestern University e studioso del fenomeno, i liveblog si basano in gran parte su testi scritti. Niente video inopportuni che partono da soli non appena si approda sulla pagina (come spesso succede con gli articoli): un grosso plus per i lettori, che spesso si connettono durante gli orari d’ufficio.

Cosa seguono gli appassionati di liveblogging? Secondo Boczkowski, in cima alle preferenze dei lettori ci sono lo sport, poi il crimine e infine l’attualità delle celebrities. Ma la statistiche basate sui lettori di Guardian.co.uk indicano che questi preferiscono invece i liveblog dedicati all’attualità politica.

@Daniele_Manca

Annunci

One thought on “Liveblogging, la diretta 2.0 che va oltre i post

  1. Dott. Manca, mi scusi se le sembrerò polemico ma può darsi che possa darle uno spunto di riflessione…perchè non citare qualche esempio di liveblog? perchè esporre quelle cifre e dare per scontato che tutti sappiano di cosa sta parlando? forse questo blog si rivolge a una nicchia (neanche così piccola poi…), ma perchè non essere più divulgativi?
    cordialmente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...